Artigianato 4.0


Artigianato 4.0  e nuovi Makers

I nuovi artigiani 4.0 nel loro lavoro utilizzano il computer, dei software evoluti e magari una stampante 3D e qualche strumento di precisione.
Spesso vengono chiamati anche makers o artigiani digitali che prediligono ideare oggetti e prototipi, gestendo l’intero processo di ideazione e produzione.

Alla fiera dell’Artigianato Expo di Brescia sarà presente un’area dedicata all’innovazione e all’Artigianato 4.0, per presentare e far conoscere al grande pubblico e ai giovani,  sia i prodotti e le soluzioni che offre questo nuovo settore, sia le nuove opportunità di sviluppo che può creare.

L’artigianato 4.0 grazie alle nuove tecnologie, offre la possibilità di riscoprire il fascino della creatività e dell’ingegno, consentendo la realizzazione della “manifattura digitale” che comprende la manifattura additiva, la stampa 3D, le comunicazioni, la domotica, robotica e making, il design, laser, macchinari di digital fabrication, la prototipia, etc.

Le tecnologie digitali, stanno trasformando anche le professioni artigianali ad esse collegate che per competere al meglio devono innovarsi e abbracciare la cultura dei moderni makers, puntando sull’innovazione, sul design e proiettando il mestiere dell’artigiano nel futuro.

Ed è quello che fanno gli artigiani del digitale: i makers infatti realizzano gli oggetti con le proprie mani, con la propria creatività, la propria tecnica e la propria arte. In pratica quello che hanno sempre fatto gli artigiani, solo che adesso lo fanno con il supporto delle nuove tecnologie per innovare una professione che altrimenti rischia di scomparire soprattutto tra i giovani.

Per qualsiasi tipologia di lavorazione, che si tratti di pellame, o di un prototipo in 3D,  o del design di un modello o di un gioiello, o di un taglio laser, o di un App, o di automazione e robotica, alla base del mestiere dell’artigiano 4.0 c’è sempre la creatività, l’ingegno e l’arte.

La differenza è che una volta questi processi erano tutti manuali, adesso utilizzano anche la nuova tecnologia.